Linee guida e sensibilizzazione ambientale

L’Isola d’Elba ha assistito a un evento straordinario lo scorso anno, con diverse nidificazioni di tartarughe Caretta Caretta sulle sue spiagge. Ma cosa dobbiamo fare se ne avvistiamo una? In questo articolo esploreremo insieme le regole essenziali da seguire nel caso di incontri con tartarughe in fase di nidificazione.

1 -Avvertire le autorità competenti

Se incontri una tartaruga in fase di nidificazione o individui un nido, informa immediatamente le autorità competenti come la Capitaneria di Porto. Di fatto, queste organizzazioni sono specializzate nella tutela della fauna marina, pertanto sono in grado di gestire situazioni delicate e proteggere le tartarughe e i loro nidi.

Servizio nazionale di pronto intervento tartarughe ->  tel.  800904841
Capitaneria di Porto -> tel.  1530

2 - Mantenere le distanze

Le tartarughe marine sono creature selvatiche e sensibili e la presenza umana può causare stress e disturbo, interrompendo il delicato processo di nidificazione, pertanto è fondamentale mantenere una distanza sicura di minimo 10 metri dalla tartaruga. Infondo, date le circostanze, chi non desidererebbe un po’ di privacy?

Tutte le specie di tartarughe marine sono a rischio di estinzione. Per questo ci sono leggi nazionali e accordi internazionali che ne vietano la cattura intenzionale, il commercio e il consumo. La pesca accidentale invece non è reato ma rigettarla in mare senza assicurarsi del suo stato di salute e senza aver avvertito le Autorità Competenti, è condannabile.

3 - Evitare Luci e Flash

Le tartarughe sono sensibili alla luce, specialmente di notte. Se proprio devi, utilizza luci rosse o a bassa intensità per ridurre l’impatto ambientale e limita (o meglio, evita!) l’uso del flash fotografico, così da non disturbare il delicato processo di nidificazione.

Quando una tartaruga femmina depone le uova, il processo è critico per la sopravvivenza della specie, per questo mantenere le distanze è di estrema importanza.

4 - Stare lontani dalle uova

Evita qualsiasi interferenza con le uova e il nido. La disposizione e la profondità delle uova sono difatti fondamentali per la loro incubazione e lo sviluppo sano dei piccoli. Il tocco umano può compromettere il successo della nidificazione. Rispetta l’habitat naturale delle tartarughe mantenendo la sabbia intorno al nido intatta.

Promuovere questa consapevolezza tra amici, familiari e altri visitatori dell’Isola d’Elba e spiegare l’importanza della tutela della fauna marina e le azioni corrette da compiere in caso di incontri con le tartarughe, contribuirà a salvaguardare questi magnifici animali.

Preservare la biodiversità marina è una responsabilità di tutti pertanto rispettare le regole durante le nidificazioni delle tartarughe Caretta Caretta è un passo cruciale per garantire un futuro sicuro per queste straordinarie creature. Adottando comportamenti consapevoli e seguendo le linee guida, ciascuno di noi può contribuire alla conservazione di questa specie minacciata.