Tutto il gusto dell'Elba in tre semplici antipasti

L’Isola d’Elba ha avuto una storia varia, oggetto di diversi domini e soggetta a diversi padroni, per questo è stata abitata da popoli molto differenti fra loro e ciascuno ha inevitabilmente lasciato il proprio segno soprattutto a tavola dove i sapori e gli odori di diverse parti dell’Italia, ma anche del mondo, hanno finito per intrecciarsi e confondersi.

Al di là delle varie influenze che si sono succedute nel tempo, la tradizione culinaria elbana resta sempre all’insegna di una cucina povera ma genuina basata sui prodotti della propria terra o dei mari; semplice ma impreziosita sempre da qualche ingrediente speciale qua e là che l’ha resa unica.

Ma quali pietanze bisogna assolutamente provare? Anche se siamo in un’Isola, i piatti principali non sono soltanto a base di pesce e questo articolo nasce proprio con l’intento di dimostrarvelo.

NON SI VA VIA DALL'ELBA SENZA PRIMA AVER PROVATO QUESTI TRE ANTIPASTI!

Immaginate di essere stati invitati dai vostri vicini elbani che si sono offerti di prepararvi la cena per farvi gustare le specialità della loro terra e le ricette originali tramandate di padre in figlio, da nonno a nipote. Mentre in cucina sentite un gran rumore di piatti che si spostano, di cocci che si urtano, di cibo che sfrigola in padella, per iniziare e per placare un po’ i morsi della fame sicuramente come antipasto vi serviranno un assaggio di “Polpo all’Elbana”, di “Zerri fritti”, oppure un piattino di “Gurguglione”, il quale in realtà nasce come contorno ma che nelle rivisitazioni moderne può essere presentato anche come antipasto accompagnato con delle bruschette.

Il Polpo all'Elbana: il re degli antipasti

Il polpo all’elbana (o alla forchetta) viene prima scottato tre volte nell’acqua bollente non salata e poi cucinato immergendolo in acqua salata, insaporita con del peperoncino e, a fine cottura, fatto riposare nella sua acqua per una ventina di minuti.

Viene servito così come è stato cotto, “alla forchetta” e si mangia infilzando le granfie senza l’aggiunta di nessun condimento, oppure, a seconda dei gusti, può essere tagliato a pezzetti e condito con olio, sale, prezzemolo e appena una puntina di aceto.

Il Gurguglione, ideale non solo per i vegetariani!

Come abbiamo detto il “Gurguglione” è ordinariamente considerato un contorno ma è così saporito che niente vieta di gustarlo anche come antipasto. Si tratta di una ricetta che meglio di ogni altra permette di comprendere la semplicità e la vicinanza con la terra della cucina isolana e si basa tutto sulla bontà dei suoi ingredienti.

Si cucina mettendo in padella peperoni, melanzane, zucchine, cipolla e pomodori con aggiunta di olio, basilico e prezzemolo tritato, il tutto viene lasciato cuocere in padella a fuoco lento e coperto, in modo tale che le verdure si insaporiscano nella loro stessa acqua, e poi servito caldo. Una variante prevede l’aggiunta delle uova, che certamente rendono il piatto ancora più gustoso.

Gli Zerri fritti, un'antica tradizione elbana

Gli “Zerri” fritti invece sono pesci di piccole dimensioni dalle lische tenere che permettono di mangiarli senza squamarli né pulirli. Vengono direttamente infarinati, fritti, spolverati di sale e serviti caldi. In alternativa gli zeri possono essere anche marinati, ossia coperti con aceto, vino, rosmarino, peperoncino, sale e aglio che sono stati precedentemente fatti bollire in un’unica pentola e poi lasciati raffreddare. Il tutto deve essere preferibilmente lasciato a riposo per  un giorno, poi è pronto per essere servito.

La tecnica della “marinatura” (o “agliata” per gli elbani) è ben radicata nelle tradizioni dell’Isola infatti, prima dell’avvento del frigo, del freezer e di altri metodi moderni, era il modo più semplice per conservare i cibi e poterli gustare tutto l’anno. In particolare con questa tecnica venivano conservate cozze, melanzane, funghi, capperi, olive e carciofini, tutti prodotti rigorosamente freschi e provenienti direttamente dalle nostre terre a cui proprio non era possibile rinunciare.

La cucina elbana è davvero incredibilmente varia seppur basata su ingredienti comuni, se volete saperne di più vi consigliamo di seguire il nostro blog perché nel prossimo articolo vi sveleremo altri fantastici piatti tipici dell’Isola d’Elba!

LEGGI ANCHE...